Canonical chiuderà il servizio ShipIt

Premetto che non ho mai approfittato del servizio ShipIt di Canonical, che permetteva di farsi mandare a casa un po’ di CD di Ubuntu per uso personale o da distribuire agli amici e parenti più cari. In effetti, non ne ho mai visto il senso: ho una connessione veloce, scarico le ISO appena escono e le masterizzo su un DVD-RW o le metto direttamente su chiavetta USB. Una volta installato il sistema, a cosa cavolo dovrebbe servirmi il CD d’installazione?

Ho smesso di fare la collezione dei CD delle varie distro un po’ di anni fa, accorgendomi dell’inutilità (anche se ho ancora quello di Mandrake 5.3 per motivi sentimentali, la mia prima distro!).

Detto questo, Canonical sta chiudendo il servizio e in alternativa offrirà la possibilità di provare la distro tramite una comoda virtual machine, nel fantomatico cloud.

Sicuramente fa parte della strategia di Canonical, che sta cercando di farsi passare come partner ideale per la creazione di cloud privati (l’opzione Ubuntu Enterprise Cloud è presente nella versione server da più di due anni), però qui fallisce miseramente, a mio modestissimo avviso. Provare la distro sul tuo hardware con un LiveCD è ben diverso da provarla su una macchina virtuale, magari via VNC, con effetti grafici disabilitati, etc.

Pessima mossa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s